first_image

Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA)

Il Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizione di povertà .

"Il Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizione di povertà nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile (anche maggiorenne) o una donna in stato di gravidanza accertata.
Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente deve aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.
Il progetto viene costruito dal servizio sociale professionale insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni e coinvolge tutti i componenti, instaurando un patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni.
Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l'adesione a progetti di formazione, la frequenza e l'impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L'obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l'autonomia.
Con il Decreto interministeriale del 26 maggio 2016 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 166 del 18 luglio 2016) il Sostegno per l'Inclusione Attiva, già sperimentato nelle città più grandi del Paese, è stato completamente ridisegnato ed esteso a tutto il territorio nazionale. Pertanto, dal 2 settembre 2016 i cittadini in possesso dei requisiti hanno potuto presentare la richiesta per il SIA.
Con il Decreto interministeriale del 16 marzo 2017 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali emanato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 29/04/2017) sono stati modificati alcuni dei criteri previsti per l’ottenimento della Carta SIA, con conseguente ampliamento della platea dei destinatari del relativo beneficio economico.
Le principali modifiche introdotte concernono infatti:
• l’abbassamento della soglia di accesso relativa alla valutazione multidimensionale del bisogno ossia del punteggio che viene attribuito sulla base dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa. Per accedere al Sia basteranno 25 punti (precedentemente i punti richiesti erano 45): potranno pertanto accedere al beneficio le famiglie in cui sia presente almeno un figlio minorenne o disabile o ci sia un figlio in arrivo e che abbiano un ISEE fino a 3mila euro.
• l’incremento del beneficio di ulteriori 80 euro per le famiglie composte esclusivamente da un genitore solo e da figli minorenni. L’incremento si applicherà anche agli attuali beneficiari del Sia;
• in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella DSU, l’innalzamento – da 600 a 900 euro mensili – della soglia riferita al valore complessivo dei trattamenti economici, anche fiscalmente esenti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni a componenti il nucleo familiare, percepiti nel mese antecedente la richiesta del SIA;
• in merito al non possesso di veicoli, l’esclusione degli autoveicoli o dei motoveicoli per cui è prevista un’agevolazione fiscale in favore di persone con disabilità.
Per approfondimenti, consultare la pagina dedicata al SIA sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/poverta-ed-esclusione-sociale/focus-on/Sostegno-per-inclusione-attiva-SIA/Pagine/default.aspx.
Per maggiori informazioni, rivolgersi all’Ufficio SIA dell’Ente sito in via Plava n. 1, tel. 0828/677316, aperto al pubblico dal martedì al venerdì, dalle ore 08.30 alle ore 12.00, ed il lunedì ed il giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.45.
In allegato, è possibile scaricare il modulo di domanda per la richiesta di Sostegno per l’Inclusione Attiva, da presentare al Protocollo Generale dell’Ente, debitamente compilato e sottoscritto, corredato da copia di un documento di riconoscimento del dichiarante in corso di validità".

Calendario Eventi
<< Novembre 2017 >>
L M M G V S D
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3